congoCongo

Diocesi di Goma

Congo
Referente: Luisa Flisi, missionaria laica.

Il GRAM (Gruppo accompagnamento dei malati) di Goma è una associazione di volontari che ha come scopo l’accompagnamento spirituale, psicologico, sociale e medicale degli ammalati cronici. A Goma il problema dell’AIDS è particolarmente grave e il 90% degli ammalati cronici che sono assistiti a Goma dal Gram sono portatori del virus HIV. Il Gram, tramite l’adozione a distanza, aiuta bambini ammalati cronici, per la maggioranza orfani di uno o entrambi i genitori. Grazie agli aiuti ricevuti dal progetto di sostegno a distanza, sono state svolte le attività descritte di seguito.

Scolarizzazione: tutti i bambini adottati e in età scolare vanno regolarmente a scuola nelle scuole pubbliche più vicine alla loro abitazione. La responsabile della missione passa nelle scuole nelle quali i bambini studiano per controllare il loro rendimento scolastico e pagare tutti i trimestri le tasse scolastiche che sono abbastanza onerose. I bambini inseriti nel progetto di sostegno a distanza si considerano dei privilegiati, perché non sono mai cacciati da scuola per non avere pagato le tasse. I bambini con maggiori difficoltà si recano inoltre al Centro della Missione per dei corsi di recupero e per fare i compiti. Se gli alunni non vanno più a scuola senza motivi validi, non vengono più sostenuti a distanza.

Nel 2015 sono stati promossi circa l’80% dei bambini seguiti tra scuole primarie e secondarie. Questo è un buon risultato in quanto i bambini soffrono di malattie croniche spesso gravi e passano lunghi periodo in ospedale. Dodici alunni accompagnati fin dalla scuola elementare nel 2015 hanno fatto l’esame di stato e dieci hanno ottenuto il loro diploma. Questa la lettera di uno di loro alla responsabile Luisa Flisi: “sono nato in una famiglia molto povera, per di più entrambi i miei genitori sono morti molto presto, ma grazie al GRAM e ai suoi benefattori, che ringrazio sinceramente, ho potuto studiare in una buona scuola, ricevere una buona educazione a fianco dei figli dei ricchi e ora sono qualcuno… perché anch’io ho un diploma… Il GRAM non mi ha dato un pesce, ma mi ha insegnato a pescare…”

Visite a domicilio da parte dell’equipe medicale: siccome la maggioranza dei bambini sono sieropositivi, si ritiene sia molto importante un accompagnamento medico a domicilio attraverso delle visite mensili nelle famiglie da parte degli infermieri del Centro. I bambini ricevono i medicinali antivirali specifici per gli ammalati di AIDS nelle strutture ospedaliere adeguate, ma i responsabili della Missione cercano di seguire a domicilio la presa regolare dei medicinali, controllare la terapia, verificare eventuali resistenze ai medicinali, curare le malattie opportuniste e soprattutto mettersi in ascolto delle difficoltà che la famiglia affronta, per trovare insieme delle soluzioni.

Microcredito o pagamento dell’affitto dell’abitazione: le famiglie dei bambini adottati sono molto povere, perchè i genitori in generale, se sono ancora in vita, sono ammalati di AIDS, non hanno un lavoro e sono particolarmente vulnerabili. Per questo motivo vengono dati ai genitori 10 $ al mese che servono o per il pagamento dell’affitto delle loro misere baracche o per fare un’attività generatrice di guadagno per tutta la famiglia. In questo caso l’aiuto viene dato sotto forma di microcredito, che i genitori restituiscono abbastanza regolarmente.
Incontri con gli alunni: i bambini sono invitati al Centro ogni due o tre mesi per un accompagnamento psico-sociale e spirituale che si concretizza con degli incontri personali con i bambini, dei giochi collettivi, delle piccole conferenze, dei momenti di preghiera o delle celebrazioni eucaristiche per Natale e Pasqua. I bambini sono molto felici di andare al Centro perché hanno tanto spazio per giocare, spesso viene mostrato un film educativo e poi lo si discute insieme, l’incontro viene sempre concluso con una sostanziosa merenda, anche perché ci sono bambini che vengono da lontano poiché ora la città è molto estesa.

Uniformi Scolastiche: tutti gli anni le mamme dei bambini che hanno imparato a cucire al Centro confezionano le uniformi scolastiche per tutti gli studenti del GRAM, che sono distribuite all’inizio dell’anno scolastico.

Istituto Piccole Figlie dei Sacri Cuori di Gesù e Maria

Diocesi di Bukavu – Congo
Referente: suor Luisa Gariboldi.

La delegazione è composta da quattro comunità apostoliche e una comunità di formazione delle giovani alla vita religiosa. Le quattro comunità apostoliche si trovano: due a Bukavu (una a Cahi e una nel quartiere Nguba), una a Uvira e una a Goma. La Repubblica Democratica del Congo (ex Zaire) è ancora oggi un campo enorme di violazioni di diritti umani. Da più di dieci anni lo Stato non paga lo stipendio agli impiegati statali tra cui gli insegnanti. I genitori sono quindi obbligati a contribuire, pagando mensilmente gli insegnanti della scuola statale una quota considerevole non adeguata alle loro possibilità economiche e al numero dei loro figli.

Per questo ogni anno i bambini iniziano la scuola ma alla metà dell’anno scolastico una alta percentuale degli alunni è costretta ad abbandonare gli studi perché il costo della scuola diventa troppo pesante per la famiglia. Questo favorisce la criminalità tra i ragazzini che si riversano nelle strade e la prostituzione minorile tra le bambine. Grazie al sostegno a distanza le suore si possono occupare di queste famiglie e sostenerle avendo la priorità di dare una formazione scolastica ai loro figli per uno sviluppo integrale della persona e per una vita dignitosa. Si intende così favorire la crescita dei giovani perché formino una società che sappia difendere i diritti e costruire un Paese democratico e libero dove tutti possano godere della sua ricchezza naturale.